Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy Per saperne di piu'

Approvo

Autorità per l’energia e mercato tutelato: per le famiglie nel 4° trimestre 2019, elettricità + 2,6% e gas + 3,9%

Andamento stagionale, produzione ridotta del gas olandese, restrizioni all’accesso in alcuni gasdotti europei causano l’aumento del prezzo del gas. Pesa per l’energia il possibile calo della produzione francese a causa di problemi nelle centrali nucleari

Nel 4° trimestre 2019 si registrerà un aumento del costo dell’energia elettrica e del gas per le utenze del mercato tutelato (ad esempio quelle rifornite da Servizio Elettrico Nazionale). Per la famiglia tipo (1) la bolletta dell’elettricità registrerà, rispetto al trimestre precedente, un aumento del +2,6%, mentre per il gas l’aumento sarà del -3,9%.  E’ quanto prevede l’aggiornamento, stabilito dall’Autorità per l’energia e il gas (ARERA), delle condizioni economiche di riferimento per le famiglie e i piccoli consumatori in tutela (quindi anche le imprese) per il quarto trimestre 2019.

Andamento stagionale, riduzione della produzione di gas olandese, alcune restrizioni all'accesso ai gasdotti di transito europei sono tra i fenomeni che spingono verso l'alto il prezzo del gas, ancora predominante anche nella produzione elettrica. Sempre in materia di produzione elettrica pesano i timori per un possibile calo della produzione francese nei prossimi mesi, a causa dei problemi in alcune centrali nucleari.

A questo si aggiungono le recenti tensioni geopolitiche, legate agli attacchi alle piattaforme petrolifere saudite, che hanno influenzato le quotazioni delle principali commodity energetiche.

Nel dettaglio della bolletta di energia elettrica

Dal 1° ottobre 2019, il prezzo di riferimento dell’energia elettrica per il cliente tipo sarà di 20,80 centesimi di euro per kWh (nel secondo trimestre 2019 è stato di 20,27 centesimi di euro per kWh), tasse incluse, così suddiviso:

Spesa per la materia energia

7,7 centesimi di euro (37,1% del totale della bolletta) per i costi di approvvigionamento dell’energia, con un aumento del 8,4% rispetto al terzo trimestre 2019;

1,8 centesimi di euro (8,5%) per la commercializzazione al dettaglio, invariati rispetto al terzo trimestre 2019.

Spesa per il trasporto e la gestione del contatore

3,9 centesimi di euro (18,8% del totale della bolletta) per i servizi di distribuzione, misura, trasporto, perequazione della trasmissione e distribuzione, qualità; invariati rispetto al terzo trimestre 2019.

Spesa per oneri di sistema

4,7 centesimi di euro (22,6%) per gli oneri generali di sistema, fissati per legge, con una riduzione del -2,3% rispetto al terzo trimestre 2019.

Imposte

2,7 centesimi di euro (13%) per le imposte che comprendono l’IVA e le accise.

 

Nel dettaglio della bolletta del gas

Dal 1° ottobre 2019, il prezzo di riferimento del gas per il cliente tipo sarà di 73,96 centesimi di euro per metro cubo (nel 3° trimestre 2019 è stato di 71,22 centesimi di euro per metro cubo), tasse incluse, così suddiviso:

Spesa per la materia gas naturale

22,41 centesimi di euro (pari al 30,31% del totale della bolletta) per l’approvvigionamento del gas naturale e per le attività connesse, con una diminuzione del 11,2% rispetto al terzo trimestre 2019;

5,10 centesimi di euro (6,89%) per la vendita al dettaglio, invariata rispetto al terzo trimestre 2019.

Spesa per il trasporto e la gestione del contatore

14,67 centesimi di euro (19,84%) per i servizi di distribuzione, misura, trasporto, perequazione della distribuzione, qualità; in aumento dello 0,4% rispetto al terzo trimestre 2019.

Spesa per oneri di sistema

3,23 centesimi di euro (4,37%) per gli oneri generali di sistema, fissati per legge, invariati rispetto al terzo trimestre 2019.

Imposte

28,55 centesimi di euro (38,59%) per le imposte che comprendono le accise (20,67%), l’addizionale regionale (2,75%) e l’IVA (15,17%).

 

(1) La famiglia tipo ha consumi medi di energia elettrica di 2.700 kWh all’anno e una potenza impegnata di 3 kW; per il gas i consumi sono di 1.400 metri cubi annui.

Fonte Autorità per l’energia e il gas.

  • Data inserimento: 30.09.19